Al 40° Rally Trofeo Maremma con 110 iscritti

COMUNICATO STAMPA

Grande performance per i quaranta anni dell’evento con un plateau di adesioni che parla con i numeri e con la grande qualità di piloti e vetture. Si prospetta una sfida di alto livello, come ai bei tempi della gara, che si conferma molto apprezzata da chi corre. Nove le prove speciali in programma, di un percorso che è tornato all’antico, un fattore che ha riscosso successo. Grande attesa per la prova spettacolo del sabato sera al Palagolfo, con anche lo spettacolo di “Kagliostro” .

santini-mazzettiFOLLONICA (Grosseto), 20 ottobre 2016 – Quantità e qualità di iscritti. Se si deve descrivere in due parole il 40° Trofeo Maremma,  non vi sono altre definizioni. La gara, in programma questo fine settimana, con la regia della Scuderia Maremma Corse 2.0, andrà a festeggiare il considerevole traguardo di longevità con ben 110 iscritti, superando ampiamente il tetto dello scorso anno e confermandosi una delle più partecipate a livello regionale.

Valido per il Campionato Regionale Aci Sport, il Trofeo Maremma targato duemilasedici parte dunque con il migliore auspicio, quello dato dal rinnovato, forte apprezzamento da parte dei piloti e delle squadre, i quali hanno risposto con entusiasmo alla chiamata del giovane sodalizio follonichese il quale da parte sua ha allestito un percorso “vecchio stampo”, andando a riproporre le classiche “piesse” in versione di “una volta”, che evidentemente sono state la chiave di volta per far decidere a molti di prendere il via. In effetti, siamo di fronte ad un Trofeo Maremma che ha rispolverato la tradizione, quella che ricorda la gara come una delle più apprezzate in Italia a tutto tondo, dal lato sportivo come dal lato dei luoghi che fa attraversare, angoli di Maremma semplicemente ammalianti.

I MOTIVI SPORTIVI: MICHELINI, SANTINI E RICALDONE IN CERCA DEL BIS DI ALLORI

Sulla scorta di quanto sopra, ecco che arriva un elenco iscritti, come detto, di grandi numeri e di alta qualità, con il quale ci sarà da sbizzarrirsi per fare pronostici, con in bella mostra ben sei vetture top di classe R5, tre S2000 ed altre sei S1600. Punta al bis di successi (dopo quello del 2012), il lucchese Rudy Michelini, alla sua seconda gara con la Ford Fiesta R5, affiancato da Perna. Grande protagonista sulla scena nazionale, il pilota di Lucca troverà sulla sua strada diversi “notabili” del rallismo regionale, a partire dal pisano di Pomarance Carlo Alberto Senigagliesi, al via con una Peugeot 208 T16 R5, sulla quale sarà assecondato da Morganti. Senigagliesi sarà alla sua terza gara con la vettura “del leone”, con la quale ha ottenuto due successi, in Valdicecina ed a Reggello, per cui pensa al tris stagionale, per di più in una gara che non ha mai vinto (lo scorso anno giunse terzo  assoluto).

Ci sarà poi da fare i conti con i driver locali, che si presentano quanto mai agguerriti ed anche ben forniti, a partire da Alessio Santini, in coppia con Susanna Mazzetti, vale a dire i vincitori del “Maremma”  dell’anno scorso. Saranno al via anche loro con una Ford Fiesta R5, per cercare un esaltante bis di allori casalinghi. Lo stesso che andrà cercando Matteo Ricaldone (vincitore nel 2013 e sfortunato l’anno scorso), pilota di origini piemontesi ma naturalizzato maremmano e le stesse mire di successo le hannoMaestrini/Vincenti (Skoda Fabia R5), Bettarini/Bernardi (Ford Fiesta R5) e gli altri locali Forieri/Lupi, con una Peugeot 207 S2000. Da seguire, per le posizioni di vertice anche lo spezzino Giuseppe Iacomini, affiancato da Nesti su una Subaru Impreza Sti Gruppo R, uno che in Maremma ci si trova sempre a proprio agio ed anche il siciliano Antonino Cannavò, pure lui con una Peugeot 207 S2000, sulla quale sarà affiancato da Grimaldi.

Lotta senza quartiere si attende dalle “tuttoavanti” Super 1600, tutte Renault Clio: il blasonato Gabriele Lucchesi dovrà fronteggiare i varii Roberto Tucci, Francesco Paolini, Zurri e Ferrari, in un confronto che si annuncia davvero serrato. Confronto che poi vedrà certamente inserimenti delle vetture di classe R3C, nello specifico le Clio di Fabio Pinelli, del locale Spaccasassi e del rientrante lucchese Luca Cecchettini.

Tra le millesei aspirate di classe R2B anche in questo caso si prevedono duelli serrati tra il pistoiese Max Giannini (Peugeot 208) ed i locali Tozzini, (con una Renault Twingo), Pagliuchi e Bennati (Peugeot 208), con inserimenti sicuri al vertice da parte del giovanissimo fiorentino Tommaso Ciuffi, figlio d’arte, anche lui con una Peugeot 208.

Il Gruppo N vivrà momenti di grande effetto con le prestazioni del giovane versiliese Michele Pardini, opposto al fiorentino Feti, al bolognese Cassarini ed anche al sardo Mannu (alla sua prima gara fuori dalla sua Sardegna), oltre che al livornese Strambi. Tutti avranno a disposizione delle Renault Clio RS.

Un dato significativo del Trofeo Maremma che festeggia i quaranta anni di matrimonio con lo sport arriva dal settore “storico”, per il quale è stato allestito un rally a parte. Il 1° TROFEO MAREMMA STORICO, vede infatti iscritte 12 vetture, i cui interpreti sicuramente sono stati ispirati dalle caratteristiche del percorso offerto. Giannini/Ruegg con una Ford Sierra Cosworth,Barsanti/Pollini (Ford Escort RS 2000), Bianchini/Materozzi (idem) si pongono tra i candidati al successo, per il quale contano di inserirsi anche gli elbani Gamba/Olla (Peugeot 205 GTI), mentre si aspettano spunti velocistici e tanto spettacolo dalla A112 Abarth di del fiorentino Fognani.

Non c’è da dimenticare poi la “Parata”, con vetture sia storiche che attuali, che sarà sempre un bel vedere sulle strade maremmane. Partiranno in undici, seguendo tutto il percorso della gara, ovviamente senza fare competizione.

PAOLO DIANA APRIPISTA E GUEST STAR

Ci sarà un apripista d’eccezione, il funambolico sammarinese Paolo Diana, con la sua Fiat 131 Abarth, con la quale ha estasiato in molte gare anche all’estero per l’alto contenuto di spettacolo che le sue presenze assicurano.  Intorno a questo vero e proprio personaggio del motorsport globale l’organizzazione del 40° Trofeo Maremma ha creato un evento di coinvolgimento del pubblico per la Prova Speciale numero 3 “Città di Follonica”, che si svolgerà nell’area del Palagolfo, a partire dalle ore 21,33 di sabato 22 ottobre. Tra i biglietti venduti, due verranno estratti a sorte ed i vincitori avranno la possibilità di salire al fianco di Paolo Diana sulla sua 131 Abarth, per effettuare un giro nel circuito allestito per l’occasione.

Il prezzo dei biglietti per assistere alla prova spettacolo è di 6 €uro, se acquistati in prevendita presso le diverse attività commerciali sparse a Follonica il prezzo è di 5 €uro.

LO SPETTACOLO AL PALAGOLFO CON “KAGLIOSTRO”

Una serata di rally ma anche una serata piena di risate, con un coinvolgimento straordinario del pubblico, quella di sabato 22 ottobre al Palagolfo, dalle ore 20,00 alle ore 21,00 quando entrerà in scena “Kagliostro”, il protagonista della trasmissione “Attenti al tubo” dell’emittente RTV 38.

LA GARA

La gara, su due giorni, con un totale di nove Prove Speciali, tre delle quali da disputare il sabato e le restanti sei alla domenica giunge quest’anno ad un importante traguardo di longevità sportiva: i quaranta anni di matrimonio con lo sport sono un punto di arrivo significativo per quanto anche un punto di partenza verso nuove esperienze, soprattutto con la freschezza del giocane sodalizio che organizza l’evento . Ne è la conferma la sinergia attuata con i Comuni di Follonica, Scarlino, Gavorrano, Massa Marittima e Montieri. Si lavorerà per far vedere le bellezze della Maremma, portando ad una ricaduta economica grazie al “turismo emozionale” quello che arriva con l’evento stesso, in un periodo destagionalizzato.

Per l’edizione dei quaranta anni si è tornati all’antico, alla tradizione. Si riproporranno percorsi di Prove Speciali che hanno un “nome” e che soprattutto sono nel cuore e nella mente sia di chi corre che anche degli appassionati. Verranno utilizzate strade già conosciute ed apprezzate dalla maggior parte dei rallisti, avendo quindi ritorno al passato con le “piesse” più esaltanti della Maremma, “Gavorrano”, “Tatti” e “Montieri”, veri e propri luoghi “sacri” delle corse su strada.

Il programma di gara prevede la partenza sabato 22 ottobre alle 17.01 e l’arrivo domenica 23 alle 17.32, entrambe in Via Amorotti a Follonica, la classica location in centro città. Verifiche amministrative e tecniche (sabato mattina), Parco Assistenza e Riordino Notturno saranno nella aree funzionali messe a disposizione dalla Marina di Scarlino, lo shakedown (il test con le vetture da gara) verrà allestito a Scarlino, su un tracciato di due chilometri, sabato all’ora di pranzo.

– PS 1-2” Gavorrano” di 8,600 Km. sabato 22 ottobre;
– PS 3 “Città di Follonica” (prova spettacolo) 2,500 Km. sabato 22 ottobre;
– PS 4,6,8 “Tatti” di 11,500 Km. domenica 23 ottobre;
– PS 5,7,9 “Montieri” di 11,600 Km. domenica 23 ottobre;

–  Riordino 1 e 2 di sabato a Bagno di Gavorrano con festa del paese;
–  Riordino 4 e 5 di domenica, rispettivamente a Valpiana e Montieri (inserito nella sagra paesana).

La gara misura in totale 456,700 chilometri, dei quali 89 di distanza competitiva, quasi il 20% del totale.

LA SODDISFAZIONE DELLA NUOVA PARTNERSHIP CON SYNDIAL (ENI)

Il Trofeo Maremma, da quando è rinato con una nuova organizzazione ha sempre guardato al territorio, proponendosi come veicolo ideale per la promozione e l’immagine dei luoghi ove si svolge. Un volano così importante non poteva non incontrarsi con un’altra realtà determinante per la zona: Syndial (ENI). Siamo di fronte ad un’eccellenza italiana, “centro di competenza” Eni nel campo del risanamento ambientale e offre un servizio integrato che include tutte le fasi dell’intervento di bonifica, dallo sviluppo del progetto fino all’individuazione di soluzioni sostenibili di recupero e valorizzazione delle aree post -intervento. Una presenza importante sul territorio, diventata main partner dell’evento, una joint in grado di dare valore allo sport oltre che alla Maremma tutta.



Commenta con Facebook

Lascia un commento