ciocco

Il rally del Ciocco si fa in tre

Un mese e mezzo per farsi belli, in barba a crisi ed incertezze da appuntamento inaugurale. A Castelvecchio Pascoli, nella tenuta più “in” del Granducato da corsa, le cose si sono fatte serie e quelli di Sport Events, sull’abito della festa da indossare a fine marzo, hanno le idee molto chiare.

Lo sa bene Valerio Barsella, protagonista di una “full immersion” preparatoria dal giorno seguente l’annullamento del Ciocchetto

Saranno tre gare in una – dice il giovane promoter del Rally Il Ciocco – una targata CIR, una dedicata al Challenge ed una dedicata alle vetture storiche. Sull’appuntamento di zona verrà data ai piloti la possibilità di scegliere se partecipare ad entrambe le tappe oppure soltanto a quella di sabato. A fare la differenza saranno i coefficienti: due contro uno e mezzo”.

Dal punto di vista della programmazione, la gara ricalcherà quella dell’anno precedente. Novità, invece, per quel che concerne le speciali: fuori dai giochi “Tereglio” e “San Rocco”, dentro “Bagni di Lucca” e “Molazzana”. E in attesa di buone nuove dalla massima serie, gli organizzatori di Open Rally e Trofeo ACI Lucca gongolano. Loro, i protagonisti delle scaramucce di zona, non mancheranno.



Commenta con Facebook

2 commenti a “Il rally del Ciocco si fa in tre”

  1. leonardo scrive:

    salve.

    vorrei sapere il vero motivo perchè è stato tolto la p.s.tereglio, visto che la prova in chiave di classifica è sempre stata tra le più combattute e a visto molti protagonisti alzare bandiera bianca su questa prova.
    vi chiedo questo perchè io sottoscritto sono sempre andato a vederla proprio nel paese di tereglio e che per molti commercianti di questo borgo sia un grosso danno economico visto che per il rally portava molta gente sia in visita al borgo sia nelle trattorie del paese.
    concludo dicendo che sono molto rammaricato di questa decisione presa dal sig.valerio barsella ed il suo staff, detto questo spero che gli organizzatori ripensino ad reinzerirla nell’ edizione 2013.
    attendo vostra risposta attraverso la mia email.
    saluti da leonardo pierucci.

Lascia un commento