2-ronde-monteregio.finale

Rovatti-Bosi dominano la 2° Ronde del Monteregio

Una gara caratterizzata dal mal tempo che sin dalla prima prova speciale di Montieri ha delineato una competizione frizzante. Una gara perfetta quella del pilota pisano Michele Rovatti che con a fianco per l’occasione Massimiliano Bosi ha siglato la sua seconda vittoria assoluta con la Clio R3 che tante soddisfazioni in questi anni gli ha riservato. Rovatti ha subito attaccato fin dalla prova d’apertura prendendo subito la testa della gara e poi ha proseguito la sua marcia trionfale aggiudicandosi tutte le prove speciali disputate incrementando in maniera considerevole il vantaggio prova dopo prova dimostrando di aver raggiunto un perfetto feeling con l’assetto e la vettura anche in condizioni di pioggia.

Seconda posizione assoluta per il lucchese Andrea Simonetti, in coppia con Celli, anche lui su una Renault Clio R3. Una prestazione sopra le righe, dopo aver risolto i problemi di assetto avuti anche al Rally del Ciocco è riuscito a risalire la classifica dal quinto posto con cui aveva avviato il confronto.

Chiude il podio Claudio Arzà, al via con una più datata Renault Clio Maxi FA7, “scaduta di omologazione” che ha tenuto testa alle più giovani e aggiornate vetture. Il risultato ha dimostrato una prestazione sopra le righe del pilota spezzino che sferrando l’attacco già nel primo passaggio è riuscito a guadagnare un distacco, anche seppur minimo, dai fratelli Mariani che sull’ultimo passaggio si sono “pericolosamente” avvicinati.

In quarta posizione assoluta, con una meno potente ma agile Opel Astra GSI, anche essa “scaduta” i fratelli Mariani sono giunti ai piedi del podio per l’inezia di soli nove decimi da Arzà.

Quinta posizione per i senesi Borghi-Alfieri su Renault Clio R3, alla loro seconda esperienza con la vettura francese, i quali non si sono voluti prendere troppi rischi viste anche le mutevoli condizioni meteo che hanno caratterizzato tutta la giornata. Sesta posizione assoluta, con una prestazione al di sotto delle aspettative, per Senigagliesi, Peugeot 207 S2000. Il locale David Mochi, alla prima uscita con l’Abarth Grande Punto S2000, in coppia con Emilio Coscini era uno dei “papabili” per la vittoria finale, ma le condizioni della strada bagnata non gli hanno permesso di trovare il giusto feeling con la vettura torinese. Mochi si è poi fermato prima di andare ad affrontare l’impegno cronometrato di chiusura per non prendere rischi visto che oramai la sua classifica era compromessa.

Ottima prestazione del pisano Gian Marco Marcori in coppia con Mancini: primo di gruppo N e settimo assoluto con la usuale Mitsubishi Lancer Evo X. Il pilota di Santa Croce sull’Arno ha sempre mantenuto un’andatura regolare guadagnando un vantaggio di 5”1 sul sarzanese Giorgio Alex Baisi, qui alla seconda gara con la Peugeot 207 S2000, con la quale ha finito perciò ottavo.

Chiudono la Top-ten il veterano Mauro Lenci, affiancato per la prima volta dal lucchese Angiletta, e dalla Subaru Impreza STI aggiornata al gruppo R della coppia ligure Iacomini-Cozzani, che hanno perso tempo prezioso durante il secondo tratto cronometrato per un “testacoda”.

Notevole la prestazione per Guazzini, alle prime armi nei rally dopo l’esperienza sui kart, affiancato da Serena Martinelli su Renault Clio RS N3, secondi di Gruppo N e undicesimi assoluti.

Tra gli appassionati presenti alla gara anche Robert Kubica che incurante della pioggia  ha seguito con attenzione tutte le fasi della manifestatone. Alla fine sono stati  49 equipaggi che sono risultati classificati dei 62 che hanno preso parte a questa seconda edizione a cui va aggiunto in solitario la vittoria tra le due storiche di Becherini-Tozzi con la inossidabile A112 Abarth.

Alcune fotografie dei Top-Five

[nggallery id=31]

 

Tags: , , , , ,



Commenta con Facebook

2 commenti a “Rovatti-Bosi dominano la 2° Ronde del Monteregio”

  1. pippo scrive:

    Nemmeno una menzione alla coppia di casa Paolini-Fratiglioni, vincitori della classe S1600 e del gruppo A e 12° assoluti dopo che era un anno che non salivano in auto?
    Peccato…

  2. Nei nostri articoli mettiamo tutta la passione e l’impegno possibile, ma essendo una sintesi non è possibile, nostro malgrado, menzionare tutti i gruppi e classi. Per la cronaca completa della gara pubblichiamo le apposite puntate video di oltre 30 minuti ciascuna

Lascia un commento