maremma-2012-puntata

Puntata 59 (PS59) – 36° Rally Trofeo Maremma

La 36° edizione del Rally Trofeo Maremma, disputata sotto condizioni meteorologiche mutevoli, ha visto fin dalla terza prova speciale un unico leader: Rudy Michelini e Iacopo Innocenti, con una Abarth Grande Punto S2000, hanno vinto con decisione una gara disputata sulla lunghezza di nove prove speciali (l’ultima è stata annullata via del maltempo).

Nel video la sintesi completa della 36° edizione del Rally Trofeo Maremma con i Top-Ten, tutte le classi e le autostoriche.

Il primo duello è stato ingaggiato con il conterraneo Fabrizio Nannini su Peugeot 207 S2000 e successivamente con l’alessandrino naturalizzato maremmano Matteo Ricaldone su analoga vettura , già secondo assoluto nel 2011. Nannini ha poi perso terreno durante la quarta prova per una uscita di strada pagata circa 30”, Ricaldone ha invece lamentato problemi al cambio ed una iniziale scelta errata di gomme senza poter reagire in concreto all’avanzata di Michelini.

La piazza d’onore è poi andata a Matteo Ricaldone, con Vincenti alle note, mentre sul gradino più basso del podio è salito il pisano Michele Rovatti, alla guida di una Renault Clio R3, coadiuvato da Fogli, confermando il loro feeling con la vettura francese due ruote motrici. Ha rilevato, Rovatti, la terza posizione di Fabrizio Nannini, navigato da Cavaciocchi, fermatosi nel finale di gara per problemi di frizione, prima di andare ad affrontare la nona ed ultima prova.

Fuori dal podio, in quarta posizione, ha finito un altro driver locale, Alessio Santini, affiancato da Susanna Mazzetti, su una Renault Clio Super 1600. Pur con qualche problema all’impianto frenante, Santini ha saputo primeggiare anche nella classe di appartenenza davanti ad una concorrenza numerosa e qualificata.

Dietro a Santini è stata bagarre, un confronto condizionato in modo particolare dalle scelte di gomme: quinto é giunto a soli 5”1 il sammarinese Danilo Tomassini (Renault Clio S1600), sesto il giovane senese Simone Borghi (Renault Clio R3), autore di una prestazione maiuscola.

La settima posizione è stata appannaggio del pistoiese Cristiano Matteucci (Renault Clio S1600), anche lui in crisi con le scelte di gomme ed assetto, ottavo il livornese Roberto Tucci (Renautl Clio S1600) mentre la top ten generale è stata completata dal valdinievolino Massimiliano Giannini, che ha fatto nuovamente volare la sua piccola Citroen C2 R2 da 1600 cc. e dall’elbano Andrea Volpi (Renault Clio R3), rallentato da difficoltà con i freni nella fase centrale del confronto.

Appena fuori dai dieci dell’assoluta hanno terminato il lucchese Egisto Vanni (Renault Clio S1600), che ha pagato lo scotto di un anno di pausa dalle gare ed il suo conterraneo e Vittorio Barsotti, alla guida di una Renault Clio RS, con la quale ha vinto con merito il Gruppo N, le vetture con derivazione di serie.

La classifica femminile è stata invece vinta dalla pistoiese Paola Fedi, in coppia con Alice Bucci, al loro debutto con la Renault Clio S1600 e nelle vetture storiche il successo è andato ai tedeschi Staschek-Hawianke (Porsche 911 Rs).

Alcune foto della gara:

[nggallery id=36]

Classifica finale assoluta:

  1. Michelini-Innocenti (Grande Punto Abarth) in 44’34.8;
  2. Ricaldone-Vincenti (Peugeot 207 S2000) a 26.6;
  3. Rovatti-Fogli (Renault New Clio) a 1’29.8;
  4. Santini-Mazzetti (Renault Clio S1600) a 2’12.3;
  5. Tomassini-Bizzocchi (Renault Clio S1600) a 2’17.4;
  6. Borghi-Alfieri (Renault New Clio) a 2’33.0;
  7. Matteucci-Castiglioni (Renault Clio S1600) a 3’17.3;
  8. Tucci-Micalizi (Renault Clio S1600) a 3’23.5;
  9. Giannini-Tredici (Citroen C2) a 3’30.4;
  10. Volpi-Adriani (Renault New Clio) a 3’38.2;

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,



Commenta con Facebook

Lascia un commento