toscani-wrc-sardegna

I Toscani alla conquista del Rally Italia Sardegna WRC 2012

86 conduttori; 31 conduttori Italiani: 4 Toscani. Ecco in pillole il Rally Mondiale che sbarca in Sardegna. Linari-Cecchi, Granai e Ciucci i Toscani presenti.

Tutto pronto per il Rally Italia Sardegna 2012 dodicesimo appuntamento dei tredici valevoli per il Campionato del Mondo Rally; una gara attesissima da tutti gli appassionati delle quattro ruote per vedere nei favolosi sterrati sardi i migliori equipaggi del mondo. Saranno 43 gli equipaggi iscritti alla manifestazione organizzata dall’ACI e tra questi solo una quindicina saranno italiani.

Tra questi un equipaggio al completo toscano quello che abitualmente partecipa al Campionato Mondiale Produzione composto dal gentleman driver Gianluca Linari fiorentino DOC, oramai alla sesta partecipazione nel PWRC, con a fianco l’esperto Andrea Cecchi. Sarà presente anche uno dei copiloti più conosciuti in ambito internazionale Lorenzo Granai anch’egli partecipante nel PWRC a fianco di Lorenzo Bertelli. Entrambi gli equipaggi utilizzeranno le rispettive Subaru Impreza Sti, mentre il giovane Giacomo Ciucci continua la sua formazione oramai assodata a fianco di Giacomo Costenaro invece con una Peugeot 207 Super2000 con cui si sono già distinti nelle gare della penisola.

La Toscana sarà ben rappresentata nella gara mondiale e sarà così interessante seguire il duo Linari-Cecchi (Subaru Impreza Sti n. 40) che occupa la nona piazza nel Campionato Mondiale Produzione (PWRC) con punteggi importanti guadagnati con una ottima quarta piazza in Messico, a cui sono seguite sia in Argentina che in Nuova Zelanda due importanti quinte piazze. Bertelli-Granai, invece con il n. 34 e sempre su Subaru Impreza Sti occupano la decima piazza nel PWRC con due risultati utili: l’ottava piazza in Argentina e la quinta invece in Grecia. Per Costenaro e Ciucci (numero 53) invece sarà una buona scuola e una grandissima esperienza sul fondo sterrato dove, dopo aver corso su asfalto, avranno la possibilità di correre ed incrementare il già elevato feeling con la performante Peugeot 207 Super2000.

Il Rally Italia Sardegna si compone di 16 prove speciali per Km. 306 su un percorso globale di Km. 1241; gli equipaggi hanno già iniziato ad assaporarle con le ricognizioni del percorso le quali prevedono i canonici due passaggi a prova.

Giovedì 18 ad Olbia (Isola Bianca) ci sarà la partenza della manifestazione alle ore 15.00 e di seguito la disputa del doppio passaggio della prova di Terranova di Km. 28,14 e conclusione della giornata alle ore 22.00 sempre ad Olbia Isola Bianca. Venerdì 19 partenza alle ore 07.00 per la disputa del trittico di prove Monte Lerno di Km. 29,68; Castelsardo di Km. 14,12 e Tergo-Osilo di Km. 14,88 Remote Service a Sassari e quindi ripetizione delle tre prove per poi alle ore 22.30 ritornare ad Olbia per il riordino notturno. Terza giornata di gara con partenza alle ore 08.00 e l’effettuazione delle Coiluna-Loelle di Km. 29,35; Monti Alà di Km. 14,49 e Monte Olia di Km. 14,12, dopo la disputa del primo giro riordino e parco assistenza a Olbia e ripetizione delle tre prove, conclusione della giornata con arrivo alle ore 21.00 sempre ad Olbia. Domenica conclusione della manifestazione con partenza alle ore 08.30 e la doppia effettuazione del tratto cronometrato di Gallura di Km. 8,24 intervallato dal Parco Assistenza ad Arzachena ed arrivo finale alle 12.45 a Porto Cervo. Quindi un Rally decisamente difficile e impegnativo per i portacolori del Granducato della Toscana che hanno preparato l’evento italiano più importante della specialità con scrupolo ed attenzione e sicuramente riusciranno a ben figurare nell’eccellenza del rallysmo mondiale.

Tags: , , , , ,



Commenta con Facebook

Lascia un commento