Tanti iscritti per un 36° Rally Il Ciocco di grande attrattiva

COMUNICATO STAMPA

Di rilievo il risultato delle iscrizioni, con quasi ottanta adesioni, al 36° rally Il Ciocco e Valle Serchio, apertura del Campionato Italiano Rally, in programma dal 22 al 24 marzo prossimi. Nutrito il lotto di pretendenti alla vittoria, con favoriti Basso, Perico, Rossetti, Scandola, con Bertelli nel ruolo di outsider. Attenzione focalizzata anche su Andreucci, campione italiano rally in carica, al debutto con la “piccola” Peugeot 208. Al via anche Trofeo Nazionale Rally e Challenge 6° Zona. Renault, Citroen e Suzuki saranno presenti con i Trofei Monomarca, con piloti esperti e un manipolo di giovani in caccia di gloria. Tra le novità la partenza da Forte dei Marmi e lo shakedown a Camaiore, confermato l’arrivo finale a Castelnuovo Garfagnana, mentre il Ciocco resta cuore pulsante dell’evento. “Una importante sinergia tra mare e montagna, tra diverse realtà all’interno della stessa Provincia – commenta Andrea Marcucci, “patron” del rally Il Ciocco – per promuovere insieme il territorio, attraverso lo sport di alto livello”.

Scandola in azione al 35° Rally Il Ciocco

Scandola in azione al 35° Rally Il Ciocco

Il Ciocco (Lu). Sono oltre settanta gli iscritti al 36° rally Il Ciocco e Valle del Serchio, gara di grande tradizione che torna ad aprire, anche quest’anno, il Campionato Italiano Rally, la serie tricolore più prestigiosa. C’è soddisfazione nello staff organizzativo per una quantità di adesioni importante, a fronte di una situazione generale che manifesta forti segni di contrazione delle partecipazioni ai rally, a tutti i livelli.

Motivo in più per offrire un rally del Ciocco all’altezza della sua fama, che quest’anno si presenta con molte, anche accattivanti, novità nel percorso e nelle location di partenza, verifiche pre-gara, shakedown e struttura delle due tappe.

Al resto penseranno gli attesi, grandi protagonisti del Tricolore rally, affluiti ancora una volta in buon numero, alla caccia del prestigioso titolo di Campione Italiano Rally.

Sono tanti i nomi di spicco che si presentano al via del rally del Ciocco 2013, parte appunto impegnati nella lotta per la vittoria assoluta, altri nel Campionato Produzione, altri ancora negli agguerriti Trofei monomarca Renault, Citroen e Suzuki, mentre i più giovani daranno la caccia al Campionato Junior. Gara nella gara saranno poi il nuovo Trofeo Nazionale Rally e il combattuto Challenge 6a Zona, che prende il via proprio con il rally del Ciocco. Entrambi si articoleranno sulla prima tappa del rally.

I PROTAGONISTI ATTESI AL RALLY DEL CIOCCO.

E’ un poker d’assi quello dal quale, assai probabilmente, uscirà il nome del vincitore del rally del Ciocco 2013. E’ composto dal friulano Luca Rossetti, tre volte campione Europeo Rally, una volta Italiano e lo scorso anno Turco, al Ciocco con la Mitsubishi EvoX, dal trevigiano Giandomenico Basso, anche lui già campione Europeo e Italiano, reduce dalle incursioni vincenti nel Cir e nell’Irc 2012, che si presenta con la Peugeot 207 S2000, cosi come il bergamasco Alessandro Perico, pilota esperto che al rally del Ciocco riesce sempre a fare bene. Chiude il quartetto il veronese Umberto Scandola, con la Skoda Fabia S2000, lo scorso anno competitor più agguerrito del pluricampione italiano Paolo Andreucci. Nel ruolo di outsider possiamo indicare Lorenzo Bertelli, pilota di origini toscane, che frequenta con profitto il Mondiale Rally Wrc2 e che si concede questa parentesi al Ciocco, debuttando con la Ford Fiesta RRC. E Paolo Andreucci? Quest’ultimo, al rally Ciocco 2013, non sarà in lotta per la vittoria. Insieme al suo team, il pilota garfagnino, sette volte tricolore, ha scelto di sviluppare in gara la Peugeot 208 R2, la nuova “piccola” per le corse, prima di salire sulla più potente versione, la nuova 208 R5, verso fine stagione. Ai limiti del podio assoluto, si svilupperà una lotta tutta toscana tra le tre Peugeot 207 S2000 di Fabrizio Nannini, iscritto al Cir, Gabriele Lucchesi e Gabriele “Ciava” Ciavarella. Al via anche l’aostano Elwis Chentre, con la piccola Citroen C2 R2 e il veloce Andrea Nucita, con la Citroen DS3R3.

Da sottolineare che le vetture R2 e R1, con piloti Under 28 alla guida, concorreranno alla corsa per il Campionato Italiano Rallies Junior. Categoria dalla quale si auspica possano uscire i campioni del futuro e che per questo è seguita con particolare attenzione dalla Federazione. Sono già più di una decina i giovani piloti iscritti, tutti presenti al rally del Ciocco, molti dei quali hanno già messo in mostra doti non comuni. Con le Renault Twingo saranno al via Andrea Crugnola, reduce da un brillante Montecarlo mondiale, Fabrizio Andolfi Junior, Michele Tassone, Giacomo Scattolon, Luca Panzani, con la nuova Peugeot 208 sarà della partita Andrea Carella, poi ancora in lizza Giacomo Cunial (Citroen C2), Matteo Brunello e Giuseppe Testa (Ford Fiesta), Andrea Currenti (Skoda Fabia)

Il titolo Cir Produzione, quest’anno, sarà riservato a vetture R3. In sostanza ai piloti e alle vetture delle due serie monomarca di punta: il Trofeo Rally Clio R3 Produzione 2013 e il Citroen Racing Trophy Italia. Due Trofei che hanno radunato un bel gruppo di piloti di spessore: con la Clio ci saranno Gabriele Tognozzi, Ivan Ferrarotti Fabio Andolfi, Rudy Michelini, Alessandro Bosca, mentre con la DS3 ci saranno, tra gli altri, Simone Campedelli, campione italiano 2 RM in carica, che spesso troviamo nelle zone nobili della classifica assoluta, Alessandro Re, Alex Vittalini, Mathieu Biasion, Alessandro Pettenuzzo.

E’ al debutto il Trofeo Nazionale Rally, vera e propria serie che si articola, con classifiche e premi propri, sulla prima tappa del rally del Ciocco. Un po’ quello che succede con il Challenge 6° Zona, che avrà il coefficiente di validità doppio. Sono ventisette gli equipaggi iscritti alle due serie, all’interno delle quali su articola la Suzuki Rally Cup, con otto equipaggi al via a bordo di Suzuki Swift N2 e Rs.

Il rally del Ciocco sarà valevole anche per l’Open Rally Campionato Toscano e per l’8° Trofeo Rally Ac Lucca, due serie di notevole successo.

DUE TAPPE CON NUOVO LOOK E ARRIVO FINALE A CASTELNUOVO GARFAGNANA

Il 36° rally Il Ciocco e Valle del Serchio si articolerà su due tappe, la prima delle quali scatterà venerdì 22 marzo alle ore 19.00 da Forte dei Marmi, con la marcia di avvicinamento al Ciocco.

Sabato 23 marzo alle ore 6.30 nuovo via dal Ciocco e si apriranno le ostilità sportive, con una serie di sei prove speciali (Bagni di Lucca, Tereglio e Il Ciocco, da ripetere due volte), prima di ritrovare il Parco Assistenza di Castelnuovo Garfagnana, con la serie interrotta solo dal rifornimento.

Altre sei prove speciali (Molazzana, Renaio e NoiTv, da ripetere due volte) costituiscono il secondo giro della prima tappa, con arrivo della giornata al Ciocco alle ore 18.45, dopo circa 120 km di impegni cronometrati.

La seconda tappa prenderà il via domenica 24 marzo, alle ore 7.30, e prevede quattro speciali (Cerretoli e Vagli, da ripetere) che porteranno i concorrenti all’arrivo finale, alle ore 13.00, nella principale di Castelnuovo Garfagnana.

Direzione gara e Sala Stampa saranno ubicati presso Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa, nuovo nome e nuova “veste” de Il Ciocco, da sempre cuore dell’evento, nonché sede di arrivo della prima tappa e partenza della seconda.

MARCUCCI: ”RALLY IL CIOCCO: SINERGIA NELLO SPORT PER PROMOZIONE DEL TERRITORIO”

Partenza da Forte dei Marmi, perla del mare della Versilia, shakedown a Camaiore, il rally che si dipana nel suggestivo panorama montano della Media Valle e della Garfagnana, l’arrivo nella scenografica cornice della Porta Ariostesca di Castelnuovo Garfagnana: è una cartolina di grande effetto quella che il rally del Ciocco 2013 invia, insieme alle prove speciali di una gara da sempre tra le più apprezzate.

“E’ una importante sinergia tra mare e montagna, tra ambienti e realtà diverse e affascinanti, all’interno degli stessi confini – commenta Andrea Marcucci, “patron” del rally Il Ciocco – per promuovere insieme il territorio, attraverso lo sport di alto livello. Unendo le forze si può dare più incisività alla comunicazione del territorio, sfruttando appieno l’appeal di eventi di grande richiamo”.

“Forte dei Marmi – ha dichiarato il sindaco della città versiliese Umberto Buratti – ha anche lo sport nel suo Dna e ci è sembrato giusto, celebrando la certificazione di Città Europea dello Sport ricevuta a Bruxelles, accogliere la proposta degli organizzatori del Rally Il Ciocco e Valle Serchio di far partire qui il Campionato Italiano Rally 2013. Sarà sicuramente un grande evento e ci auguriamo possa diventare un appuntamento fisso per la nostra città”.

Ruolo fondamentale di collegamento e di incontro per questa iniziativa che ha legato ancor più il territorio, in particolare la Versilia, al rally del Ciocco, lo ha avuto l’Associazione dei Commercianti di Forte dei Marmi, in particolare nella persona di Alessandro Bindi, uno dei suoi rappresentanti di spicco, oltrechè grande appassionato di rally.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,



Commenta con Facebook

Un commento a “Tanti iscritti per un 36° Rally Il Ciocco di grande attrattiva”

  1. Alessandro scrive:

    tutto pronto per la partenza.
    unico mio pensiero va alla non condivisione di questa idea di far partire l evento da Forte dei Marmi e Camaiore.
    speriamo comunque che sia un successo!

Lascia un commento